apple

Steve Jobs è ancora uno dei volti più amati e conosciuti dalle persone di ogni Paese. Cofondatore di Apple inc. la sua storia è fonte d’ispirazione per tante persone che sognano di cambiare il mondo. Ma chi era Steve Jobs e quali sono delle curiosità sul suo conto?

Biografia di Steve Jobs

Nato nel febbraio 1955 a San Francisco, in California, con il nome di Abdul Ladif Jandali da padre siriano e madre americana ma con origini tedesche e svizzere, egli è stato adottato da piccolissimo da Paul Jobs e dalla moglie Clara Hagopian che vivevano a Santa Clara, in California. Steve si diplomò presso l’istituto Homestead di Cupertino nel 1972 per poi iscriversi al college, che avrebbe lasciato perdere dopo 6 mesi.

Jobs ha lavorato alla prima versione del videogioco Breakout con l’amico Steve Wozniak. I due decisero poi di aprire una società insieme, la Apple inc. Era il 1975 e, per trovare i soldi per finanziare la sua impresa, Steve vendette il suo minivan mentre il collega vendette la propria calcolatrice. Come succede spesso ai giovani squattrinati ma con i grandi sogni, la prima sede della società di Steve Jobs fu nel garage dei genitori ed è stato proprio lì che ha visto la luce il primo computer, l’Apple I. Ottenuto un finanziamento da parte dell’industriale Mike Markkula, nel 1977 Steve Jobs e Wozniak lanciarono l’Apple II, che vendette alla grande, facendo piovere migliaia di dollari nelle casse della società (Markkula, in seguito al suo ingente investimento, ottenne un terzo di Apple).

Il successo della Apple Inc., tuttavia, non era destinato a proseguire in discesa perché, per via della concorrenza sempre più stringente, nonostante la genialità di Jobs le vendite dell’Apple Macintosh furono deludenti. Questo portò a uno scontro fra Steve e John Sculley, amministratore delegato della società, accusato da Jobs stesso di essere la causa del mancato successo dell’ultimo prodotto. Sculley, dal canto suo, smosse le stesse accuse a Jobs e i due arrivarono allo scontro. Fu Sculley a dire al consiglio di amministrazione di scegliere fra lui e Jobs e questi preferirono il primo. Jobs, allora, lasciò la società e si dedicò a vari viaggi in Unione Sovietica e in Europa finalizzati alla promozione dei computer Apple.

A questo punto, Steve fondò un’altra compagnia, la NeXT Computer. La Apple non prese bene questa sua decisione e intentò una causa legale contro di lui che portò a un accordo extra giudiziale durante il quale Jobs disse che non avrebbe assunto personale proveniente dalla Apple e permise all’azienda a cui aveva tanto dato di controllare ogni nuovo prodotto della NeXT prima di metterlo in vendita. Nel 1986 Jobs comprò la Pixar con la quale si concentrò nella produzione di lungometraggi al computer. Un famoso esempio su tutti è Toy Story, del 1995.

Curiosità su Steve Jobs

Se molti sanno che fu Jobs a lanciare l’iMac, un tipo di computer all-in-one, forse non tutti sanno dell’esistenza di Lisa Brennan-Jobs, la figlia che Steven ha avuto dalla sua fidanzata di quando era ragazzo, dapprima da lui non riconosciuta. Egli ha avuto altri figli con Lauren Powell, Reed, Erin ed Eve. Lo stesso Steve ha ammesso di aver fatto uso di sostanze stupefacenti nel corso della vita. Egli è morto per la recrudescenza di un carcinoma che ha causato un attacco respiratorio. Il decesso è avvenuto il 5 ottobre 2011 e Steve aveva 56 anni. Una delle più celebri frasi di Jobs è “siate affamati, siate folli” volta a spingere le persone a sognare e a lavorare duro per trasformare quei sogni in realtà.

Di Maricla