Sono sempre di più i poliambulatori che si affidano alle nuove tecnologie informatiche e digitali per ottimizzare l’organizzazione del lavoro e ridurre il carico di medici e impiegati, alle prese con un’eccessiva burocratizzazione della professione.

Questo è quanto emerge dal Rapporto annuale dell’Osservatorio dell’Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano che ha individuato le nuove tendenze degli ambulatori medici che si sono conformati alla rivoluzione digitale in corso, ed hanno integrato l’utilizzo di gestionali per i dati dei pazienti e le potenzialità di smartphone e tablet per migliorare l’esperienza e abbattere le distanze con i propri pazienti. Alcune innovazioni hanno tardato ad affacciarsi nella professione medica ma l’introduzione della prescrizione digitale ed il Fascicolo Sanitario Elettronico hanno accelerato un cambiamento necessario e indispensabile. Il rapporto sottolinea, inoltre, che i nuovi sistemi stanno modificando radicalmente tutte le fasi della presa in carico del paziente, della prevenzione alla cura, fino al post-ricovero con strumenti come la Cartella Clinica Elettronica, le terapie digitali e la telemedicina.

Uno degli aspetti centrali dell’innovazione tecnologica, però, è rappresentato dai software gestionali che permettono di organizzare e mettere a frutto al meglio tutti gli aspetti che abbiamo già analizzato. Un gestionale per il poliambulatorio ha il compito di semplificare il lavoro di medici e segretarie nell’immagazzinare e organizzare i dati dei clienti e permettere, dunque, un più efficace cura del paziente e maggior tempo da dedicare agli stessi. Dovrebbe quindi rappresentare la soluzione perfetta all’interno del mondo dei gestionali, e avere:

  • Un’interfaccia rapida e versatile;
  • Funzioni specifiche per la gestione totale del poliambulatorio in modo facile;
  • Dovrebbe essere veloce e senza alcun rischio per la privacy dei dati dei pazienti;
  • Capace di interfacciarsi anche con software gestionali di diversa concezione in modo da permettere una compatibilità a 360° dei sistemi ed escludere limitazioni nel proprio utilizzo.

Uno dei vantaggi principali dell’utilizzo di un software gestionale, oltre a quelli già elencati, è l’eliminazione di faldoni di scartoffie e continue stampe cartacee dannose sia per l’economia dell’ambulatorio sia per l’impatto ambientale. L’abbattimento degli sprechi è un aspetto fondamentale considerando che proprio l’acquisto di carta, toner e stampanti rappresentano una delle voci di bilancio più onerose di uno studio medico. La digitalizzazione aziendale, inoltre, rappresenta un passaggio importante e obbligato per la perfetta gestione dei dati personali dei pazienti secondo le norme che riguardano sicurezza e privacy e per il GDPR, il nuovo regolamento europeo concernente il trattamento e la libera circolazione dei dati personali.

Se il software gestionale è la soluzione ideale per la corretta gestione di uno studio medico, il cloud rappresenta uno step ancora più importante nell’ottica dell’ottimizzazione e dell’abbattimento dei costi. Il cloud riesce a gestire al meglio il lavoro di un poliambulatorio senza la necessità di apparati informatici costosi e potenti, immagazzinando i dati in uno spazio di archiviazione personale accessibile da ogni luogo ed in ogni momento senza necessità di affidarsi a supporti fisici di alcun genere. Questa soluzione permette di eliminare costi di gestione ed assistenza e supporto e consente di uniformare il sistema di immagazzinamento dati rendendolo accessibile da diversi ambulatori o studi dello stesso professionista.

Oltre che sicuro, veloce, usabile e compatibile, il sistema prescelto dovrebbe dimostrarsi particolarmente versatile e permette anche la gestione dei dati economici dell’azienda o dell’ambulatorio come le fatture e ogni documento fiscale. Un ottimo gestionale medico, infatti, dovrebbe fornire al medico tutti gli strumenti necessari perché il poliambulatorio possa gestire al meglio le fatture elettroniche, e facilitare il rapporto stesso con gli studi commerciali di riferimento. In questo l’accesso e la scelta di un sistema in cloud costituiscono una soluzione rapida e veloce per la gestione da remoto o in assenza di supporti informatici adeguati.

Di Marco

Lascia un commento