Avete sentito parlare di questo nuovo metodo terapeutico ma non sapete di cosa si tratta? Allora siete nel posto che fa al vostro caso! Qui di seguito infatti troverete risposte alle vostre domande riguardanti l’aromaerapia, che si rivela un vero e proprio toccasana per il benessere di ognuno di noi!

Che cos’è l’aromaterapia

Si tratta di una branchia della fisioterapia, caratterizzata dall’utilizzo di oli essenziali ricavati dalle piante, al fine di curare fastidi e disturbi di svariata natura, ad esempio i sintomi influenzali come il raffreddore, il mal di testa, la stanchezza, ma anche aspetti psicologici come l’ansia. Il termine “aromaterapia” con cui viene chiamata questa tecnica terapeutica, venne coniato dal chimico Gattefossé, che lavorò sempre a contatto con oli essenziali ricavati dalle piante, scoprendo che quello di lavanda era in grado di alleviare alcuni tipi di dolore, come quello delle scottature. L’aromaterapia può essere effettuata attraverso diverse modalità, tutte di pari efficacia. L’aromaterapia può avvenire per via aerea, per cui profumando attraverso oli essenziali l’ambiente che ci circonda, oppure per via cutanea attraverso dei massaggi con oli essenziali, o ancora in alcuni casi per via orale, ingerendo oli essenziali presenti all’interno di prodotti commestibili, ad esempio dei collutori.

Come utilizzare gli oli essenziali

Per effettuare l’aromaterapia per via aerea, sarà necessario diffondere nell’ambiente a voi circostante il profumo dell’olio essenziale che si desidera utilizzare. Per far si che la diffusione dell’essenza sia efficace, uno dei metodi più utilizzati è quello attraverso il vapore. Gli oli essenziali infatti si diffondo molto facilmente tramite l’ebollizione dell’acqua e mantengono la loro profumazione anche fino a due ore. A tal proposito esistono dei diffusori di aromi appositi per l’aromaterapia, ma se non disponete di uno di questi potete comunque diffondere l’essenza per via aerea molto semplicemente. Basta infatti mettere da 4 a 6 gocce di olio essenziale in 1/4 di litro di acqua e poi farlo bollire a fuoco basso. Quando si inizierà a sentire l’aroma diffondersi nell’ambiente, allora potrete spegnere il fornello e godere dell’aroma per circa un paio d’ore.

Un’altro metodo moto utilizzato per l’aromaterapia è quello per via cutanea, molto indicato per alleviare alcuni dolori o infiammazioni. Questa tipologia di aromaterapia avviene attraverso dei massaggi effettuati con oli essenziali, che tranne in pochissimi casi, devono essere diluiti in creme o oli neutri per effettuare un buon massaggio. Bastano pochissime gocce di olio essenziale, circa 4 gocce per 50 ml di crema o di olio, solitamente di mandorla o di jojoba. Nei rari casi in cui le essenze vengono utilizzate pure, bisogna usarne una dose molto ridotta, basta infatti una sola goccia per alleviar alcuni tipi di infiammazioni, come ad esempio le punture di zanzara.

Di Maricla

Lascia un commento