ater

L’ATER è l’acronimo dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale, un ente pubblico economico che possiede un’ampia autonomia organizzativa, patrimoniale e contabile che nasce dalla trasformazione dell’Istituto Autonomo Case Popolari.

Il territorio sul quale si estende la sua competenza coincide con quello provinciale. La principale funzione di questo Ente sembra essere quella di attuare interventi di edilizia residenziale sovvenzionati, agevolati e convenzionati attraverso l’acquisto, la costruzione oppure il recupero di abitazioni che vengono in un secondo momento assegnate a famiglie che risultano inserite nelle graduatorie di merito oppure di emergenza abitativa. 

Quando è stata istituita l’ATER?

Le Aziende Territoriali per l’Edilizia Residenziale nascono dalla trasformazione degli Istituti Autonomi Case Popolari a seguito della legge della regione Veneto, datata 09.03.1995, che si è occupata di disciplinare il nuovo ordinamento degli enti regionali che lavorano nel settore dell’edilizia residenziale pubblica.

Le ATER pertanto, sono considerate enti pubblici autonomi dotati di personalità giuridica, di autonomia organizzativa, patrimoniale e contabile. A questi enti fanno capo: il consiglio di amministrazione, il presidente, il direttore, il collegio dei revisori dei conti. Presso ogni sede ATER è stato anche fondato un comitato tecnico a cui sono state assegnate funzioni consultive.

Quali sono i compiti di questo Ente?

Il compito principale dell’ATER è quello di compiere interventi di edilizia residenziale che siano sovvenzionati, agevolati e convenzionati attraverso l’acquisto, la costruzione e il recupero di abitazioni e relativi immobili, mediante programmi integrati e di recupero urbano, sfruttando risorse finanziarie proprie o che provengano, per lo stesso scopo, da altri soggetti pubblici. Tra le mansioni più importanti, l’ATER si occupa:

  • di progettare programmi integrati, di recupero urbano e di eseguire opere di edilizia e urbanizzazione per conto di Enti Pubblici;
  • di svolgere attività per nuove costruzioni e per il recupero del patrimonio esistente, che facciano riferimento a programmi di edilizia residenziale pubblica;
  • di gestire il patrimonio di altri Enti Pubblici realizzato o acquisito, e di svolgere ogni altra attività di edilizia residenziale pubblica che sia conformi alla normativa statale e regionale;
  • di stipulare convenzioni con gli Enti locali e con altri operatori per la progettazione ed esecuzione delle opere;
  • di svolgere attività di consulenza e assistenza tecnica a favore di operatori pubblici e privati;
  • di intervenire salvaguardando quanto viene stabilito dalle leggi regionali, sul mercato edilizio realizzando abitazioni che possano essere locate o vendute a prezzi competitivi;
  • di formulare proposte sulle localizzazioni degli interventi di edilizia residenziale, svolgendo anche altri compiti assegnati da leggi statali e regionali;
  • di costituire un comitato tecnico che svolga funzioni precedentemente assegnate alle commissioni tecniche, esprimendo pareri obbligatori su interventi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionati e realizzati sia dai Comuni che dall’ATER;
  • di svolgere, dietro delega dei comuni, funzioni in ambito di istruttoria delle domande e formazione delle graduatorie per l’assegnazione degli alloggi.

L’ATER inoltre, svolge un’attività di tipo imprenditoriale dove i tanti servizi vengono organizzati in uffici, la cui responsabilità e svolgimento delle attività viene coordinata da un responsabile. Per quanto riguarda la gestione degli alloggi di proprietà comunale, gli assegnatari devono rivolgersi all’Ente per tutte le pratiche che riguardano:

  • la stipula dei contratti di locazione e la registrazione periodica;
  • il calcolo dei canoni di locazione e delle spese condominiali;
  • informazioni sulle varie modalità di pagamento delle rate mensili dei canoni locativi e delle spese accessorie;
  • la segnalazione di eventuali problemi condominiali, rapporti inter-familiari, qualora non venga nominato un amministratore condominiale;
  • la segnalazione di problemi di manutenzione degli alloggi e delle parti comuni.

Quali sono le competenze del Comune?

Il Comune, a differenza dell’ATER, possiede le seguenti competenze:

  • redigere bandi di concorso generale e speciali per le assegnazioni degli alloggi;
  • redigere graduatorie provvisorie e definitive, provvedimenti di assegnazione;
  • occuparsi di pratiche riguardanti l’ospitalità temporanea e l’ampliamento dei nuclei famigliari degli assegnatari;
  • occuparsi delle pratiche di revoca e decadenza dello stato di assegnazione;
  • gestione dei bandi per il rilascio dei contributi economici per ottemperare all’onere della locazione;
  • gestione del fondo sociale.

Di Chiara