Carrube: cos’è, proprietà benefiche, usi e controindicazioni

frutto

Le carrube, tipico “frutto” mediterraneo, usatissimo nel passato, sta avendo una nuova rivalsa sul mercato del biologico.

Purtroppo abbiamo dimenticato che attorno a noi, la macchia mediterranea, ci regala dei cibi che sono antichi, sani, buoni, antitumorali e benefici per l’organismo.

Le carrube hanno una forma molto particolare, si parla di un frutto che ha un sapore particolare. Si mangia quand’è matura ed ha un sapore che è simile alle castagne. La polpa è molto poca al suo interno, ma di sicuro ne vale la pena.

Prima di parlare dei suoi benefici e delle proprietà, vediamo da dove nasce la carruba. La sua forma è simile alla fava, quindi è un baccello. Al suo interno di sono dei semi. La polpa è il nutriente e protezione dei semi. Ovviamente la scorza esterna è molto dura. Il suo frutto appartiene ad un ’albero chiamato il carrubo, un albero sempreverde.

Le proprietà delle Carrube

Uno dei pochi frutti, quello delle carrube, che è un alimento dimagrante. Sembra strano, perché avendo il sapore della castagna si pensa che esso sia calorico, invece è il contrario. La carruba ha delle proprietà benefiche che sono dimagranti, antiemorragiche, riduce l’acidità dello stomaco ed è astringente.

Come mai le carrube sono dimagranti? Perché al suo interno ci sono molti minerali. Al primo posto troviamo una quantità notevole di magnesio, selenio, calcio e potassio. Elementi che sono comunque utili per smaltire l’adipe del corpo. Troviamo poi calcio e fosforo.

Per le vitamine si trovano tutte quelle che appartengono alla vitamina B, ma ci sono anche vitamine rarissime come la E, K e J.

Tra le proprietà dimagranti si ha del folato alimentare che “spegne” il senso di fame.

La farina di Carrube

Le varietà delle farine di carrube, poiché è possibile trovarla in commercio, sono due. Troviamo la farina di polpa, che contiene molti minerali e vitamine, avendo un sapore molto dolce.

La seconda tipologia di farina è quella completa della farina dei semi e della scorza. Si ha un sapore più amarognolo, ma dove si ha anche il folato alimentare, fibre e un’altra buona parte delle vitamine.

Entrambe le farine sono perfette per creare sia dolci, biscotti e pasta. Quindi possiamo usare la farina di Carrube in diverse ricette e assumerlo più volte a settimana.

Ricette particolari da riscoprire con le Carrube

Le ricette con le carrube sono molte. Usare la farina per fare un “castagnaccio”, ma con questa farina. Lo battezziamo noi “carrubaccio” tanto per ridere, ma il sapore è realmente molto buono ed è meno dolce della farina della castagna.

I biscotti di carrube sono molto semplici da fare. Basta usare farina di carrube, zucchero di canna, uova e una noce di burro.

La pasta fatta in casa con la farina di Carrube è molto buona e si mangia spesso con burro e salvia. In poche parole ci sono tantissime ricette da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.