Siete curiosi di sapere quali siano i colori che iniziano con la lettera “V”? Allora eccovi nel posto che fa al vostro caso! Qui di seguito infatti potrete trovare un elenco piuttosto dettagliato di tutti quei colori che hanno come iniziale la lettera “V” e per ognuno di questi, avrete la possibilità di scoprire quali siano le principali caratteristiche e particolarità, che lo differenziano da tutti gli altri colori.

Colori con la “V”

Ecco a voi un elenco dettagliato dei colori che hanno per iniziale la lettera “V”:

verde, verde caraibi, verde foresta, verde chiaro, verde-giallo, verde marino, verde marino medio, verde marino scuro, verde menta, verde menta chiaro, verde muschio, verde oliva, verde pastello, verde pino, verde primavera, verde ufficio, verde smeraldo, vermiglio, viola, viola melanzana, vinaccia. 

Principali caratteristiche

Verde: si tratta di un colore molto acceso e vivace, che presenta un’enorme varietà di sfumature ognuna delle quali prende un nome differente in base alle proprie particolari caratteristiche.

Verde caraibi: si tratta di un colore che si trova tra il colore verde e l’azzurro turchese, infatti il suo nome porta lo stesso nome del mare dei Caraibi, che è di un colore molto acceso che ha al suo interno sfumature turchesi e sfumature più tendenti al verde.

Verde foresta: si tratta di una sfumatura piuttosto scura del colore verde. Come dice il nome stesso, si tratta di quel tipo di verde che si può ammirare guardando dall’esterno una foresta, che si presenta solitamente con un colore verde piuttosto intenso e scuro.

Verde chiaro: si tratta di una delle più chiare sfumature del verde, ma non per questo bisogna pensare che il verde chiaro sia un colore spento, al contrario infatti si tratta di un colore acceso e vivace, ma che rispetto al verde ha una tonalità più chiara.

Verde-giallo: questa particolare sfumatura di verde, come si può ben capire dal suo nome, è particolarmente tendente al giallo, quasi da non riuscire facilmente a capire se si tratti di una tonalità di giallo oppure di verde.

Verde marino: si tratta di una sfumatura piuttosto scura del verde turchese, quindi un colore piuttosto intenso e di grande impatto visivo, pur non essendo particolarmente vivace.

Verde menta: questa è invece una sfumatura piuttosto chiara di verde, che a differenza del verde chiaro, molto vivace ed acceso, presenta toni un pochino più spenti.

Verde muschio: si tratta di una delle sfumature più scure del colore verde, piuttosto scuro e sotto molti aspetti simile al verde foresta, anche se a differenza di quest’ultimo, il verde muschio è più scuro e cupo.

Verde oliva: questa è una sfumatura del verde poco vivace, piuttosto spenta, in quanto si tratta di un verde che si avvicina più alle tonalità del marrone, piuttosto che a quelle del giallo.

Verde pastello: è una sfumatura di verde piuttosto tenue, ma non per questo poco vivace, molto simile al verde chiaro.

Verde pino: è una particolarissima sfumatura di verde, piuttosto scura, intensa e tendente al colore blu.

Verde primavera: questo tipo di verde è molto acceso, vivace e tendete all’azzurro, più precisamente al turchese.

Verde ufficio: è una sfumatura del verde mediamente scura, non particolarmente vivace e molto simile al verde delle bottiglie di vetro.

Verde smeraldo: questa è una tonalità di verde piuttosto chiara, ma allo stesso tempo vivace e tendente al turchese.

Vermiglio: si tratta di una particolare tonalità del colora arancione, piuttosto intenso ma non particolarmente scuro.

Viola: il nome di questo colore deriva dall’omonimo fiore che si presenta di questo colore, piuttosto intenso e di grande impatto visivo.

Viola melanzana: si tratta di una tonalità medio scura del viola, che ricorda il colore dell’omonima verdura.

Vinaccia: questa sfumatura del viola è invece più chiara rispetto al viola melanzana, tendente al rosa fuxia.

Di Maricla

Lascia un commento