Come curare correttamente un Tatuaggio dopo averlo fatto

In quanti stanno pensando di avviarsi verso la realizzazione di un tatuaggio indelebile sulla pelle? Che si tratti di una semplice scritta, di un simbolo, oppure di un disegno articolato in bianco e nero, ma anche a colori, il tatuaggio richiederà una serie specifiche di procedure per favorire la guarigione della pelle che dovranno essere rispettate in maniera categorica.

Tatuaggi: i consigli migliori per curare la pelle

La scelta di un tatuaggio indelebile dovrà essere accompagnata da un’attenta valutazione, seguendo in seguito tutti i consigli prescritti dalla figura professionale al fine di poter escludere qualsiasi rischio di infezione e risultato finale del disegno. Al termine della seduta di realizzazione il tatuaggio potrebbe comportare un arrossamento della pelle circostante lesionata dall’impiego dell’ago sterile.

Una delle regole fondamentali per un tatuatore professionista è rappresentata dall’utilizzo di aghi sterili, guanti specifici, il rispetto delle norme igieniche in sede di realizzazione. I tatuaggi prevederanno tempistiche di guarigione differenti a seconda delle dimensioni e dell’eventuale impiego di colori. Il tatuaggio si presenta a tutti gli effetti come una vera e propria ferita in direzione della pelle per la quale sottostare ad un periodo di medicazioni ed osservanza di determinate norme preventive.

Tutti i consigli da seguire dopo un tatuaggio

Quali norme igieniche e prevenzioni seguire successivamente alla realizzazione di un tatuaggio? Le dimensioni più piccole richiederanno tempistiche minori rispetto a disegni più ampi, ma in entrambi i casi si dovranno rispettare tutti i consigli del proprio tatuatore.

Tra questi si dovrà provvedere all’acquisto di una crema antibatterica sull’intera area soggetta alla realizzazione, applicando successivamente una garza sterile ma traspirante evitando l’accumulo di polveri e a rischio di infezione, sotto una sostituzione periodica da 2 a 14 ore a seconda delle necessità. Il tatuaggio dovrà inoltre essere sottoposto a lavaggi delicati per mezzo di un sapone neutro privo di agenti aggressivi, mentre la temperatura dell’acqua e l’esposizione stessa potrà variare a seconda dei consigli del tatuatore stesso. Solitamente si consiglia di non sottoporsi a docce fredde per almeno 24-48 ore di tempo dalla realizzazione del tatuaggio, optando per una pellicola adesiva specifica in caso di necessità.

Durante il periodo di guarigione del tatuaggio si dovrà cercare di evitare di esporre l’area a fonti di rischio, indossando un’abbigliamento comodo e non eccessivamente aderente, cercando di non cedere all’eventuale sensazione di prurito, optando per una crema specifica priva di cortisone, generalmente sotto la categoria delle pomate per neonati e bambini contro i rossori da pannolino.

Pubblicato
Etichettato come Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.