Come riconoscere la demenza senile?

Come riconoscere i primi sintomi della demenza senile oltre la normale smemoratezza? Il sospetto di una demenza senile può essere confermato soltanto in presenza di una serie di eventi e sintomi ricorrenti, etichettati come segnali acuti, in grado di apportare veri e propri cambiamenti nelle abitudini comportamentali del soggetto.  La demenza senile può essere riconosciuta e diagnosticata precocemente grazie ad una serie di sintomi specifici. Scopriamo insieme, all’interno dei paragrafi successivi, come riconoscere i segnali di cambiamento tipici della patologia.

Segni e sintomi della demenza senile

Le persone affette da demenza senile mostrano un corredo di sintomi iniziali incentrati soprattutto sulla smemoratezza. La perdita temporanea di memoria compromette in modo significativo la quotidianità del soggetto e dei propri familiari. Tra i segnali più evidenti si trovano le dimenticanze, con tendenze a riporre gli oggetti fuori posto rispetto alle proprie abitudini.

I sintomi della demenza senile portano a diversi deficit e difficoltà nello svolgimento delle faccende quotidiane più semplici, come utilizzare il telecomando o dispositivi elettrici. Il problema si complica anche in direzione della necessità di eseguire determinati pagamenti via carta di credito o bancomat. A seconda delle diverse forme di demenza senile, anche l’organizzazione e la risoluzione dei problemi diventa un ostacolo insormontabile.

La demenza senile mina sistematicamente anche l’autostima dei soggetti affetti, i quali possono incontrare diverse difficoltà anche nel linguaggio per esprimere i propri sentimenti, stati d’animo, o più semplicemente per affrontare un dialogo. Uno dei problemi maggiori riguarda la perdita dell’orientamento, unito al rischio di non riuscire a ritrovare la strada di casa trovandosi all’esterno.

Con l’avvicinarsi dell’età anziana la demenza senile apporta anche un sostanziale mutamento della personalità e della propria evoluzione. I soggetti affetti da tale patologia tendono ad isolarsi dalla società, perdendo interesse verso qualsiasi attività e obiettivo. La demenza senile comprende una serie di differenti sintomi e non può essere identificata all’interno di una patologia specifica e non sempre si ricollega alla demenza senile legata all’invecchiamento.

Diagnosi e trattamenti

Tutt’oggi non esiste un vero e proprio test in grado di identificare con effetto immediato la demenza senile. Il personale medico si limita ad un’osservazione complessiva dei sintomi tramite un’anamnesi dettagliata, cercando di individuare la corretta forma di demenza. In caso di patologie degenerative come il morbo di Alzheimer non si trova una cura risolutiva, cercando di prescrivere una serie di farmaci per rallentare il corso della degenerazione. In supporto alla demenza senile si trovano anche alcune terapie non farmacologiche di carattere psicologico.

Pubblicato
Etichettato come Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.