La sicurezza domestica risulta una componente fondamentale all’interno, ma anche all’esterno, della propria abitazione. Soprattutto nel periodo odierno la sicurezza casalinga risulta una delle maggiori preoccupazioni per la quale affidarsi alla ricerca dei sistemi di allarme più efficienti, sia classici che di ultima generazione. Nonostante un calo all’interno delle statistiche dei furti nelle abitazioni la sicurezza rimane odiernamente al centro di tutti i dibattiti politici, dovuti soprattutto all’approvazione della Legge sulla Legittima Difesa. Quando si parla di sistemi di allarme si devono distinguere quelli anti-furto e anti-intrusione. I sistemi di allarme anti-furto consistono in un impianto sonoro in grado di attivarsi al momento di un’infrazione, con lo scopo specifico di allertare il proprietario dell’immobile. Il sistema di allarme anti-intrusione provvede invece alla segnalazione di una persona estranea all’interno della propria proprietà, dotandosi di videocamere di sorveglianza, evidenziando la presenza di un ladro ancora prima del tentativo di intrusione effettivo.

Sistemi di allarme presenti in commercio

In commercio si trovano diverse tipologie di sistemi d’allarme differenziandosi nelle versioni cablate, ovvero dotati di cavi e fili, oppure versioni prive improntati sulla tecnologia wireless. Il sistema di allarme con fili si caratterizza nella presenza di diversi fili attivando tutti i sensori integrati quali anti-incendio, anti-allagamento, anti-furto e via elencando.

I sistemi di allarme wireless non necessita invece di alcuna canalizzazione, collegando i sensori attraverso la fruizione delle onde magnetiche, dimostrandosi meno costosi sul commercio. I sensori di tipologia magnetica, i sensori d’urto e quelli perimetrali vengono applicati direttamente sui punti strategici dediti allo scasso come porte, finestre e pareti esterne o interne. I sistemi a raggi infrarossi emettono onde del tutto invisibili all’occhio umano, scattando al momento della rilevazione di un movimento.

Composizione tecnica dei sistemi di allarme

I sistemi di allarme si compongono di una centralina in grado di analizzare e decodificare i dati registrati dai vari sensori, funzionando anche in assenza dell’energia elettrica, dotata di batterie e sistemi anti-manomissione. La centralina invia un segnale anche nel caso di un tentativo di forzatura da parte dei malintenzionati, provvedendo ad attivare le sirene e le videocamere nelle circostanze opportune.

I moderni sistemi di allarme sono supportati dal combinatore telefonico e GPS integrato, ricevendo le varie notifiche direttamente sui propri dispositivi in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento del giorno e della notte. I sistemi tradizionali si collegano direttamente alla linea telefonica, mentre i più sofisticati GSM/GPRS al proprio dispositivo mobile. I sistemi di allarme migliori presenti sul mercato si dimostrano essere quelli privi di fili, supportando la possibilità di richiedere il Bonus video-sorveglianza 2019, con una detrazione fiscale fino al 50% richiesta entro il 31 dicembre 2019.

Di

Lascia un commento