Si sente sempre parlare di problemi di circolazione sanguigna. Il mal funzionamento del sistema circolatorio, infatti, è molto diffuso e interessa grosse fette della popolazione non solo italiana ma mondiale. Per di più i problemi circolatori vanno ad affliggere quasi indifferentemente persone di tutte le età, non soltanto gli anziani come si tenderebbe a pensare.

Come sempre c’è da dire che su una simile condizione influiscono fattori esterni come alcuni stati fisici e mentali, patologie pregresse e lo stile di vita, rendono il corpo molto più suscettibile a sviluppare problemi circolatori. E proprio lo stile di vita è uno degli aspetti determinanti nel combattere queste problematiche. Un’alimentazione sana e una vita non sedentaria sicuramente aiutano.

Allo stesso tempo il fumo rappresenta una delle principali cause del precoce deterioramento dell’elasticità dei vasi sanguigni, ma anche la gravidanza può avere un impatto, ci si mettono poi anche i disturbi alimentari e tutti i lavori che costringono le persone a stare in piedi per molte ore durante la giornata.

Tuttavia per fortuna è abbastanza semplice riconoscere i sintomi dei problemi di circolazione. Ci sono diversi campanelli d’allarme che non bisogna trascurare, la circolazione è un fatto serio e bisogna agire tempestivamente se si presentano disturbi che la riguardano. Il medico potrebbe prescrivere una terapia farmacologica, oppure si può intervenire in maniera più blanda, magari con indumenti medicali come quelli proposti sul sito specializzato relaxsanshop.it.

Sintomi dei disturbi circolatori

Le arterie e le vene possono essere considerati veri e propri organi che hanno la funzione di favorire il passaggio del sangue e la sua distribuzione a organi e tessuti. Per questo i sintomi della cattiva circolazione si manifestano anzitutto a livello delle articolazioni e degli arti come braccia e gambe, ma anche mani e piedi non sono esenti da sintomi piuttosto evidenti.

Ma siccome la circolazione serve a trasportare i nutrienti in tutte le parti del corpo è chiaro che qualsiasi zona può restare colpita da un disturbo circolatorio. Il fatto è che la scarsa circolazione sanguigna spesso è la spia di numerosi altri problemi insorgenti come:

  • Ulcere: mani e piedi possono essere soggetti a ulcere se la circolazione è scarsa. Viene a formarsi un vero e proprio processo di necrosi che causa grande sofferenza.
  • Avere le mani e i piedi freddi può essere un chiaro segno di cattiva circolazione perché il rallentamento del flusso ematico influisce sulla temperatura corporea e provoca la tanto diffusa sensazione di freddo.
  • Indebolimento del sistema immunitario: a causa del malfunzionamento del sistema cardiocircolatorio si può indebolire anche il sistema immunitario perché gli anticorpi diventano più lenti e pigri, anche le ferite guariscono più lentamente.
  • Stanchezza cronica: a causa dei disturbi circolatori il respiro diventa affannoso, i muscoli sono indolenziti e vi è una minore resistenza fisica anche per svolgere attività semplici che non richiedono grandi sforzi. Infatti, quando il sistema circolatorio rallenta, questo non ha più la capacità di fornire ossigeno, vitamine e minerali in tutto il corpo.

Appare chiaro, dunque, che con i problemi dell’apparato circolatorio c’è poco da scherzare e bisogna stare all’erta e, soprattutto, non bisogna trascurare il malessere già dai primi sintomi. Se si interviene in tempo curando la propria dieta e abitudini si possono prevenire il 90% dei disturbi ed evitare poi di dover ricorrere a interventi invasivi per ritrovare il giusto benessere.

Di Marco

Lascia un commento