Se pensate di avere un eritema solare, oppure vorreste prevenirlo o curarlo, allora in questo articolo potreste trovare tute le informazioni a voi necessarie, così che possiate comprendere fino in fondo quali siano i suoi sintomi, le cause ed infine, quali siano i rimedi più indicati per questo disturbo cutaneo.

Di cosa si tratta?

L’eritema solare non è altro che una comune scottatura, causata da un’esposizione eccessiva o troppo prolungata nel tempo ai raggi UV, senza aver utilizzato un’adeguata protezione solare. Si tratta quindi di una vera e propria ustione, che può variare d’intensità in base al tipo di ustione stessa, che può essere di primo o di secondo grado. I primi sintomi dell’eritema solare iniziano a farsi percepire solitamente dopo circa 6/12 ore dall’esposizione ai raggi UV, provocando prima di tutto un’arrossamento della pelle, accompagnato da possibili bolle, vescicole e secchezza cutanea. Tutto ciò procura molto prurito ed un’estrema sensibilità della pelle al tatto. In un secondo momento la pelle solitamente inizia anche ad esfoliarsi, liberandosi così dello strato ustionato. L’eritema solare non deve allarmarvi particolarmente, infatti nella maggior parte dei casi questo si risolve in pochi giorni se viene fin da subito preso in considerazione e curato adeguatamente. Bisogna però sapere che l’eritema solare, può provocare nel tempo una maggior predisposizione ad avere macchie sulla pelle, rughe e perdita di elasticità cutanea. 

Come curarlo?

Per curare l’eritema solare sarà necessario avere alcune accortezze per qualche giorno, facendo così in modo che questo si risolvi nel miglior modo e più in fretta possibile. Prima di tutto, è importante sottolineare che nel momento in cui vi si presenta un eritema solare, non dovete assolutamente esporre nuovamente la zona cutanea interessata ai raggi solari almeno per un paio di giorni. Per curare l’eritema poi prima di ogni altra cosa è necessario nutrire ed idratare la pelle con delle creme o lozioni specifiche che potete comodamente trovare in farmacia. Se avete molto prurito e/o bruciore, potrete anche tenere la vostre crema o lozione nel frigorifero, così che quando la applicate percepiate freschezza, dandovi così sollievo. Sempre per alleviare il prurito, il dolore e il bruciore causato dall’eritema, potrete anche farvi una doccia con acqua piuttosto fredda, che vi aiuterà a sentire per qualche ora una sensazione di sollievo. Se poi il bruciore persiste, allora potrete prendere un antidolorifico per alleviare il dolore. Potrete poi scegliere, per accelerare la guarigione dell’eritema, di utilizzare oltre alla vostra crema o lozione idratante specifica per eritemi solari, anche degli impacchi naturali, ottimi per togliere l’infiammazione e l’irritazione cutanea, donandovi sollievo. Un impacco che potete realizzare comodamente a casa è quello di miele, indicatissimo proprio per le scottature. Per evitare poi che la pelle possa irritarsi ulteriormente, sarebbe opportuno una volta fatta la doccia o il bagno, asciugarvi con un panno morbido e soffice, così che possiate evitare di graffiarvi o comunque di irritare la pelle con un panno più duro e ruvido. Infine, se vedete che in 2 o 3 giorni il vostro eritema non migliora utilizzando i rimedi di cui abbiamo parlato, allora sarà opportuno rivolgersi ad un medico che vi prescriverà dei farmaci specifici, adatti a curare il processo infiammatorio in atto.

Di Maricla

Lascia un commento