Fatturazione elettronica: che cos’è?

Con la legge finanziaria relativa all’anno fiscale 2018, in Italia è stato introdotto un sistema di fatturazione elettronica obbligatorio per quanto concerne le fatture nazionali. Tale obbligo di fatturazione elettronica esisteva già per le forniture cosiddette “da impresa a governo” ma, dal 1 ° gennaio 2019, tale obbligo è stato esteso anche ai “business-to-business” generali (B2B) e “business-to-consumer” (B2C).  Il sistema di fatturazione elettronica comporta l’obbligo per le società di emettere fatture digitali attraverso una piattaforma ufficiale.

Dal primo gennaio 2019, le fatture in Italia vengono emesse come fatture elettroniche utilizzando il Sistema di Interscambio governativo utilizzando il formato XML già utilizzato per la Fattura PA. Inoltre, per la fatturazione elettronica è richiesta una firma elettronica.

Questi nuovi obblighi di fatturazione elettronica si applicano a tutti i contribuenti residenti in Italia e anche ai contribuenti non residenti con una sola registrazione partita IVA italiana (sia per l’identificazione diretta italiana che per il rappresentante IVA). Le nuove regole si applicano alla maggior parte delle transazioni, B2B e B2C, con alcune eccezioni, ad esempio per determinate forniture di beni o servizi. Inoltre, per alcune transazioni specifiche sarà possibile optare per le nuove regole di fatturazione elettronica, ad esempio nel caso delle vendite al dettaglio ai consumatori (“B2C”).

Fatturazione elettronica: le prime problematiche

La fatturazione elettronica sembrava essere una buona soluzione adatta ad ogni tipologia di contribuente, ma in poche settimane sono già tante le problematiche e i dubbi che sono emersi. Tantissimi i negozianti o i professionisti che si sono trovati a dover affrontare questa novità senza sapere quale fosse il modo più corretto di agire e sono state tante le fatture consegnate scartate perché non esattamente conformi alla normativa vigente.

Fino a giugno, comunque, per fortuna non sono previste sanzioni per coloro che presenteranno fatture elettroniche contenenti errori di vario genere. Questo permetterà a molti di poter comprendere appieno ed in maniera ottimale qual è il modo giusto per compilarle e realizzarle senza problema alcuno.

Fatturazione elettronica: i servizi InfoCert

Come detto precedentemente, realizzare fatture elettroniche, risulta ancora abbastanza complicato per un gran numero di contribuenti. La soluzione più corretta può essere quella di affidarsi a dei gruppi aziendali che si occupano proprio di offrire questa tipologia di servizi. Uno dei più importanti ed affidabili è senza dubbio il servizio offerto da infoCert per la gestione della fatturazione elettronica. Si tratta di un gruppo leader per quanto concerne Digital Trust, Credit Information & Management e Sales & Marketing Solutions e risulta essere un valido alleato per i contribuenti alle prese con questa novità 2019.

Proprio per ovviare ai problemi legati alla fatturazione elettronica, InfoCert ha pensato due diverse soluzioni:

  • Legalinvoice Start
  • Legalinvoice Pro

La prima, la Start, è pensata per le micro-imprese che non hanno bisogno di grandi gestioni, ma semplicemente di un mezzo per poter creare e gestire fatture online tramite tablet o pc. Ideale per piccoli artigiani o commercianti che fino all’introduzione della fatturazione elettronica utilizzavano fatture scritte su Word o a mano. Basta attivare la funzione “modalità condivisa” per poter condividere tutti i dati inseriti con il proprio commercialista in modo da facilitare il controllo e la gestione della contabilità.

La soluzione Pro è invece pensata per tutte le realtà aziendali medio – grandi, che hanno bisogno di affiancare al loro software gestionale, un programma che possa aiutarli nella gestione del B2B. Si tratta, senza dubbio, di un servizio più funzionale rispetto allo Start, che permette di semplificare notevolmente il lavoro delle aziende, andando ad ottimizzare tempi e risorse.

Grazie ai servizi forniti da InfoCert tutto sembrerà più semplice e i contribuenti non avranno più problemi nel gestire qualsiasi problematica legata alla fatturazione elettronica.

Per maggiori informazioni sui servizi di InfoCert guarda il video:

Di Marco

Lascia un commento