Regalo di Natale è un film, la cui trama ruota attorno ad una partita di poker tra amici di vecchia data. In realtà il messaggio che vuole lasciare il film va ben oltre una semplice partita di poker, essendo una storia in cui oltre al gioco d’azzardo, vi sono vecchi risentimenti, storie d’amore e vicende familiari complesse. Nei prossimi paragrafi potrete conoscere meglio la trama di questo film e quali attori hanno recitato in esso. 

La trama

Il film si svolge il giorno della Vigilia di Natale, quando quattro amici di vecchia data, Lele, Ugo, Stefano e Franco, si organizzano all’insaputa delle loro rispettive famiglie, per rincontrarsi in una villa dove avrebbero giocato a poker. A questa partita partecipa anche un altro personaggio, che non rientra nella cerchia di amici, ma che è un importante e ricco industriale, l’avvocato Antonio Santelia. Ogni personaggio ha un profilo particolare con una storia che lo differenzia dagli altri. Lele è un uomo impacciato e trasandato, incarna la figura dell’imbranato e del perdente, ha sempre voluto essere un giornalista, ma viene sottopagato e trattato male dai suoi superiori, i quali gli assegnano articoli di poca importanza. Ugo invece ha ben quattro figli, ma è separato dalla moglie e proprio per questo, non vede mai i suoi figli con i quali non ha alcun legame affettivo. Lavora per una televisione privata, senza trovare stima da parte di nessuno per il lavoro che svolge. Stefano come lavoro invece fa l’istruttore di ginnastica, è un uomo che piace molto, non è mai stato sposato e probabilmente è omosessuale. Franco infine si è sposato ben due volte e dal suo secondo matrimonio ha avuto due figli. Poco entusiasta della sua vita, possiede un importante cinema a Milano che è sta per fallire e proprio per questo, molto stressato dai suoi creditori. L’avvocato invece è un professionista del gioco d’azzardo, molto sicuro di se e in perenne ricerca di belle donne. La partita inizia e si fa subito piuttosto interessante e mette in luce fin dai primi instanti i due antagonisti maggiormente competitivi: Franco e l’avvocato Santelia. Franco ha molta fortuna, infatti riesce ripetutamente a stracciare l’avvocato, un vero professionista del poker. Un elemento molto importante del film sono le pause del gioco, durante le quali Mario ripensa alla sua prima moglie, Martina, l’unica donna che ha amato nella sua vita, la quale spesso lo rimproverava per il suo vizio del gioco d’azzardo. Ricorda poi come il suo amico Ugo sia riuscito a rovinare tutto ciò che di bello c’era tra lui e Martina, entrando improvvisamente nella sua vita. Una volta finita con Ugo, Martina si è sposata con un uomo molto ricco, noto per averla tradita ripetutamente. Quando la partita di poker volge al termine, è ormai chiaro che il vincitore sia Mario, ma l’avvocato gli propone un ultima sfida, con una posta in gioco piuttosto elevata. Santelia a questo punto dice a Franco che non pretende nulla da lui, a patto che lui rinunci a confrontare le carte. Franco non accetta questa offerta, perché si rende conto che le sue carte non avrebbero potuto competere con quelle dell’avversario. A questo punto il gruppo si disgrega e ognuno va via. Stefano e Lele escono da questa partita di poker con un grande bagaglio di tristezza, Ugo invece, riceve dall’avvocato Santelia la percentuale sulle vincite come d’accordo. Franco, tra tutti, è quello più provato in quanto si accorge che quelli che reputava suoi amici, lo hanno ingannato per avere del denaro da lui, in quanto lo ritengono ricco, ma in realtà i problemi finanziari stanno prendendo il sopravvento su di lui. Tornando in albergo infine Franco urta una donna molto bella, ben vestita e truccata e non si rende neanche conto che quella donna fosse proprio Martina, da lui tanto amata, ma totalmente cambiata tanto da essere irriconoscibile. 

Gli attori

Antonio Santelia è interpretato da Carlo Delle Piane, Franco da Diego Abatantuono, Lele da Alessandro Haber, Ugo da Gianni Cavina, Stefano da Luigi Montefiori e Martina da Kristina Sevieri. 

Di Maricla

Lascia un commento