Siete curiosi di scoprire quali siano i fiori che hanno per iniziale la lettera s? Allora siete nel posto che fa al vostro caso! Qui di seguito infatti troverete una lista di fiori che iniziano con la lettera s e per ognuno di loro, una guida che vi permetterà di comprenderne le più importanti caratteristiche.

Fiori che iniziano con la lettera s

Esistono innumerevoli specie differenti di fiori, con forme, colori e profumi differenti, così da riuscire a soddisfare i gusti di tutti. La maggior parte delle volte però, conosciamo davvero poche specie di fiori, tralasciandone così molte altre che potrebbero soddisfare a pieno i nostri gusti personali. In questo articolo, vi saranno presentati alcuni tipi di fiori, in particolare si parlerà di fiori che iniziano con la lettera s. I principali fiori che hanno come iniziale la lettera s sono i seguenti: sanpaolina, salicaria, sambuco, scarpetta di Venere, salvia, sanguinella, scilla. 

Principali caratteristiche

Sanpaolina: si tratta di fiori simili a delle violette, che si possono trovare in dei giardini o molto spesso anche in ambienti chiusi ed hanno principalmente una funzione ornamentale. Questa pianta non richiede particolari cure, necessita di una quantità d’acqua piuttosto limitata e quando viene annaffiata, sarebbe sempre meglio evitare di bagnare le foglie. Le foglie di questa pianta sono ricoperte da una sorta di peluria ed i fiori assumono le diverse sfumature del viola.

Salicaria: si tratta di una pianta più comunemente chiamata con il nome di salcerella. Essa è una pianta erbacea perenne. Su di essa, nella stagione estiva, crescono dei piccolissimi fiori raggruppati a spiga, composti da non più di 7 petali, di color rosa acceso tendente al viola.

Sambuco: si tratta di una pianta molto nota per le sue proprietà curative, principalmente diuretiche, diaforetiche, lassative ed ematiche. Si tratta di un arbusto di medie-grandi dimensioni, sulla quale fioriscono dei piccolissimi fiori bianchi, che possono assumere delle piccole variazioni in base alla specie di sambuco che si tiene in considerazione.

Scarpetta di Venere: si tratta di una pianta simile all’orchidea, infatti entrambe appartengono alla stessa famiglia. I fiori di questa pianta sono molto particolari e vistosi, tanto da essere la più raccolta tra tutte le tipologie di orchidee. Questi fiori hanno una forma molto particolare, simile a quella delle altre orchidee, con una parte centrale di colore giallo, mentre i petali esterni sono solitamente di un viola scuro tendente al marrone.

Salvia: si tratta di una pianta perenne erbacea aromatica, molto utilizzata nelle cucine di tutti noi per aromatizzare diverse pietanze. Durante il periodo di fioritura, la salvia presenta dei piccoli fiorellini di colore viola raccolti tra di loro a grappolo.

Sanguinella: si tratta di una pianta di grandi dimensioni, che deve il suo nome al fatto che in autunno le sue foglie si colorano di un rosso acceso. Nel periodo primaverile ed estivo, invece, su di essa fioriscono dei fiori di piccolissime dimensioni di colore bianco.

Scilla: si tratta di una pianta bulbosa tipica della zona mediterranea, che alla fine dell’inverno inizia a fiorire, riempiendosi di fiori solitamente di colore bianco, molto fitti, che rendono questa pianta davvero vistosa ed affascinante.

Di Maricla

Lascia un commento