Funghi portobello: cosa sono, proprietà ed utilizzi in cucina

funghi

I funghi sono un alimento che dovrebbe essere inserito nella dieta di ciascuno, salvo in caso di particolari allergie o intolleranze alimentari. Ciò nonostante, esistono svariate tipologie di funghi, ognuna delle quali possiede particolari caratteristiche, proprietà e valori nutrizionali. In questo articolo nello specifico scopriremo insieme le proprietà dei funghi portobello e come poterli utilizzare in cucina, in quanto questi sono particolarmente noti per le loro proprietà benefiche sul nostro organismo.

Cosa sono e proprietà

Il fungo portobello, scientificamente chiamato Agriculus Bisporus, è uno fungo particolarmente ricco di poprietà benefiche per il nostro organismo. Questo è reso possibile prima di tutto dal fatto che in esso siano contenute grandi quantità di vitamina B e vitamina C. Un altro fattore che gioca a favore dei funghi portobello è l’ergotioneina in essi contenuta, che fa di questi funghi degli ottimi antiossidanti e un vero tocca sana per la propria pelle. Inoltre questi funghi contengono molto potassio, ancora di più rispetto alle banane ed allo stesso tempo, sono privi di zuccheri e proprio per questo motivo sono molto consigliati per coloro che soffrono di diabete. 

Utilizzi in cucina

I funghi portobello possono essere cucinati in diversi modi, dando vita a ricette diverse che riescono ad accontentare tutti i palati. Tra le ricette più comuni per cucinare questi funghi vi è quella per farli arrosto. In questo caso dovrete preriscaldare il vostro forno a 205°C e nel mentre, occuparvi di pulire i funghi strofinandoli prima con un panno umido e tagliando successivamente i gambi. A questo punto potrete procedere preparando la marinatura per i funghi, mettendo in una ciotola 60 ml di olio d’oliva, 60 ml di aceto balsamico, lo scalogno tagliato a piccoli pezzetti, l’aglio tritato, sale, pepe ed una spolverata di erbe aromatiche. A questo punto potrete mescolare gli ingredienti tra loro. Una volta mescolati gli ingredienti prendete i funghi puliti, poneteli in un sacchettino di plastica e versate la marinatura nel sacchetto, cercando di distribuirla il più possibile sui funghi. A questo punto chiudete in modo ermetico il sacchetto e riponetelo per circa 30 minuti in frigorifero. Trascorsi i 30 minuti i funghi saranno pronti per essere cotti nel forno, dove dovranno stare per circa 20 minuti. Un altro modo semplice e veloce per cucinare questi funghi è quello di cuocerli in padella. Per cucinare i funghi in padella sarà necessario pulirli con un panno umido e tagliare i gambi, dopo di che potrete procedere tagliandoli a piccole fettine spesse circa 6 mm. A questo punto scaldate una padella facendo saltare uno spicchio d’aglio tritato con dell’olio d’oliva ed il prezzemolo. A questo punto unite in padella i funghi precedentemente tagliati e fateli cuocere per 4-5 minuti. infine cospargete i funghi con un pizzico di sale e di pepe e saranno pronti per essere serviti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.