Sono svariate le tecniche che un parrucchiere può decidere di utilizzare per schiarire i capelli di una cliente, ottenendo risultati diversi e più o meno intensi, basandosi su ciò che desidera la cliente e sulla tecnica che decide utilizzare. Tra i metodi di schiaritura più innovativi e maggiormente in voga del momento, vi è sicuramente quello delle graffiature. Nei prossimi paragrafi potrete scoprire in modo dettagliato di cosa si tratta e come vengono fatte, così che possiate prendere in considerazione questa nuova meravigliosa tecnica. 

Cosa sono le graffiature?

Come vi ho precedentemente accennato, le graffiature non sono altro che un innovativo metodo di schiaritura dei capelli. Ciò che rende questo metodo unico e perciò differente rispetto alle solite meches, ai colpi di sole o ad uno shatush; è la leggerezza della schiaritura che con esso si ottiene. Le graffiature infatti permettono di avere come risultato un colore estremamente naturale, con dei tocchi di schiaritura molto sottili e non marcati, che donano lucentezza ai capelli, senza stravolgere il vostro colore originale.

Con le graffiature infatti, il vostro colore naturale dei capelli, sia questo più chiaro o più scuro, risulterà immediatamente ravvivato, più luminoso e tridimensionale, donando anche un effetto di maggior volume alla chioma. Questo può quindi essere estremamente d’aiuto anche per coloro che hanno i capelli molto fini e poco voluminosi, piuttosto che per coloro che hanno un colore piuttosto spento e desiderano dargli un tocco di luce e vitalità.

Come si fanno le graffiature

Le graffiature vengono considerate come una tecnica applicabile ad ogni tipo di capello. Questo significa che le si può eseguire su capelli chiari, capelli scuri, capelli lunghi e capelli corti. L’unico requisito necessario per eseguire delle graffiature, è proprio quello di scegliere un salone specializzato. Si tratta infatti di una tecnica particolare, che richiede la giusta preparazione da parte del parrucchiere, per far sì che il risultato finale sia davvero omogeneo e naturale.

Le graffiature vengono effettuate imbevendo un pettine a denti stretti in un decolorante a volumi bassi di acqua ossigenata, che poi viene passato su tutti i capelli dalle radici alle punte, in modo del tutto omogeneo. Inoltre bisogna anche sottolineare che a differenza dei classici metodi di schiaritura come le meches, piuttosto che i colpi di sole; le graffiature hanno tempi di posa molto inferiori e sono infine meno invasive rispetto al capello, che non viene stressato in alcun modo, trattandosi di una decolorazione molto leggera.

Di Maricla

Lascia un commento