Gyoza: come preparare i ravioli di carne giapponesi

Pensando al Giappone non si può fare a meno di citare anche la ricetta tradizionale dei Gyoza, ravioli ripieni a base di carne, resi famosi soprattutto dai cartoni animati e dalle aperture di ristoranti tipici all’interno del panorama italiano. I Gyoza possono essere replicati anche a livello casalingo? La risposta si dimostra essere del tutto positiva, anche in presenza di cuochi principianti, seguendo attentamente tutti i passaggi riportati all’interno delle righe successive dell’odierna guida.

Gyoza, ravioli di carne giapponesi: ingredienti e preparazione

Quali ingredienti occorrono per preparare i classici Gyoza, ravioli di carne giapponesi? Nonostante l’apparenza complessa i ravioli giapponesi possono essere preparati anche a livello casalingo, adattandoli a qualsiasi occasione o ricorrenza festiva, ottenendo un gusto finale dell tutto identico a quello assaporato nei ristoranti giapponesi. Per la ricetta occorrono: Acqua calda 90 grami, Farina 00-200 grammi, Sale per la realizzazione di 16 ravioli; Maiale macinato 400 grammi, Cipollotto fresco 60 grammi, Cicoria 50 grammi, Aglio 1 spicchio, Salsa di soia 20 grammi, 1 Tuorlo per il ripieno; Olio di semi 10 grammi, Acqua 20 grammi per la cottura.

Per la realizzazione della salsa dei Gyoza giapponesi occorrono: Salsa di soia 20 grammi, Zenzero fresco 1 cucchiaino di polpa grattugiata, Tabasco 4 gocce. Per prima cosa si dovrà provvedere alla preparazione del ripieno dei ravioli andando a pulire e tagliare il cipollotto, la cicoria, l’aglio, la salsa di soia, aggiungendoli alla carne macinata all’interno di un mixer insieme all’aggiunta del tuorlo d’uovo. Dopo aver frullato il tutto, ottenendo un composto omogeneo, dovrà essere trasferito all’interno di una pirofila coperta dalla pellicola trasparente da cucina, lasciandolo riposare fino al momento dell’utilizzo successivo.

L’impasto per la sfoglia dei Gyozam ravioli giapponesi dovrà essere preparato all’interno di un mixer unendo la farina setacciata e il sale, versando a filo l’acqua calda, lasciando lavorare le lame finché l’impasto non assumerà una forma omogenea. A questo punto dovrà essere trasferito su di un piano da lavoro leggermente infarinato per essere lavorato a mano, formando una palla che dovrà essere ricoperta dalla pellicola trasparente e lasciata riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo di posa la pasta dovrà essere lavorata formando un filoncino, dividendolo in 16 pezzetti tramite l’impiego di un tarocco, formando infine delle palline.

Ogni pallina dovrà essere stesa a 2-3 mm di spessore utilizzando un coppa pasta da 9 cm, riponendo il ripieno al centro richiudendoli in forma orizzontale a mezzaluna. A questo punto si potrà scaldare il wok con l’olio di semi lasciando rosolare e dorare i ravioli per qualche minuto, sfumando successivamente con acqua, lasciando cuocere i tutto per 2 minuti con un coperchio. Al termine della cottura i Gyozam ravioli giapponesi dovranno essere serviti con la salsa di soia mescolata con la polpa di zenzero grattugiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.