Il mondo del barbecue è fatto di passione, amore per il buon cibo e voglia di passare ore felici assieme alle persone più care, ma è fatto anche di studio e addirittura di ricerca tecnologica. Non è dunque casuale che i diversi modelli di griglie e affini si evolvano ciclicamente col passare dei mesi e che modelli un tempo all’avanguardia vengano presto o tardi superati da tecniche di costruzione e materiali completamente nuovi. In questo articolo ci occuperemo delle ultime tendenze del settore, dando un’occhiata ad una particolarissima fetta del mercato. Una piccola lista pratica di suggerimenti e consigli per tutti gli amanti della brace, in cui daremo un’occhiata da vicino ai migliori barbecue a gas secondo passionebbq.it e quali saranno secondo noi quelli più venduti nel 2019.

I pregi di un barbecue a gas

Iniziamo col dire che un barbecue a gas, rispetto ad uno tradizionale, presenta alcuni peculiarità decisamente vantaggiose. Infatti, se da una parte ogni modello è diverso e fa storia a sé, dall’altra questi particolari dispositivi sono tendenzialmente più semplici e veloci da usare e producono una quantità inferiore di fumo; inoltre consumano una quantità decisamente minore di carbonella, oltre ad essere alimentati da un combustibile più economico.

Le caratteristiche di un modello competitivo

Dovendo parlare di quali sono i migliori barbecue a gas del 2019 non possiamo non tenere conto dell’elemento prezzo. In questo caso sarete voi a prendere la decisione definitiva in base al vostro budget ed alle vostre esigenze, ma considerate che difficilmente un modello che costi meno di 100 euro potrà risultare performante ed affidabile. Esistono comunque buoni barbecue a gas per tutte le tasche, visto che il costo finale è determinato da tutta una serie di caratteristiche ulteriori.

Superficie, coperchio e materiali

Una caratteristica che incide particolarmente sul prezzo di un barbecue è ad esempio la sua superficie di cottura. Detto ciò, è davvero il caso di dirlo, le dimensioni non necessariamente contano: in altre parole, se non avete necessità di cucinare per decine di ospiti potete benissimo optare per un modello economico ed ottenere risultati eccellenti. Al contrario la presenza di un coperchio è davvero importante per tutti coloro che vogliono andare oltre la classica cottura diretta: un barbecue con coperchio permette infatti di trasformare la nostra griglia in un vero e proprio forno e di entrare nel succulento mondo dell’affumicatura. Un ultimo aspetto su cui non risparmiare è quello legato ai materiali: un buon bbq a gas infatti dovrebbe essere composto da materiali durevoli e non è un caso che i più resistenti siano spesso e volentieri i più costosi. Da questo punto di vista la migliore opzione sul mercato è probabilmente l’acciaio inox, mentre un buon compromesso è rappresentato dall’alluminio presso-fuso.

Griglie e bruciatori

Il nostro piccolo tour a caccia dei migliori barbecue a gas del 2019 si conclude entrando nel dettaglio su ciò che incide più direttamente sulla cottura della materia prima. Iniziamo dalle griglie, annunciando in partenza che ne esistono di così tanti tipi che sarebbe impossibile riassumerli in poche righe: ci limitiamo dunque a dire che le più economiche sono spesso in metallo, mentre quelle di livello top sono in ghisa porcellanata. Aggiungiamo inoltre che un amatore alle prime armi può benissimo comprare una griglia standard e poi sostituirla con una di maggior qualità. Infine i bruciatori, che vanno selezionati tenendo conto delle modalità di cottura che prediligiamo: gli appassionati di grigliate dovrebbero ad esempio optare per modelli con una potenza maggiore. Al contrario gli utenti più esperti e, più in generale, gli amanti delle cotture indirette, prediligeranno barbecue che permettano un setup con due zone di calore e quindi con più bruciatori indipendenti.

Di Marco

Lascia un commento