L’efficacia dell’automazione industriale pneumatica

Automazione industriale: definizione e caratteristiche

L’automazione è la tecnologia che mediante i sistemi di controllo (circuiti logici e quant’altro) riesce a gestire macchine e processi, riducendo la necessità dell’intervento umano. Un altro argomento che influisce in modo significativo sull’automazione industriale è la sicurezza. Gli standard europei sono rigidissimi quando si tratta di tutelare chi lavora con gli impianti di produzione, per questo le aziende hanno iniziato a considerare questo aspetto come uno dei parametri di valutazione e miglioramento della tecnologia al pari della potenza e della velocità. Un altro vantaggio portato dall’automazione è il considerevole risparmio energetico nei consumi, il che rappresenta un fattore significativo sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per il rispetto delle questioni ambientali sull’inquinamento prodotto, quindi con un minor impatto da questo punto di vista.

Negli ultimi anni il concetto di automazione è stato esteso non solo alla produzione industriale vera e propria, ma anche ai suoi sistemi di supporto per progettazione, organizzazione e gestione della produzione. L’automazione industriale in senso più ampio è quindi, integrazione tra produzione automatizzata e sistemi informativi gestionali (Computer Integrated Manufacturing, da cui l’acronimo CIM).

Componenti pneumatici per l’automazione industriale: focus sugli attuatori pneumatici

Nella nutrita lista dei componenti rientranti nell’automazione industriale pneumatica HP spiccano gli attuatori pneumatici, ossia degli organi finali di un sistema automatico. Essi trasformano una energia (elettrica, di pressione di un liquido o di un gas) in lavoro meccanico. Nel primo caso si parla di motori elettrici, nel secondo caso di attuatori idraulici e nel terzo caso di attuatori pneumatici. In buona sostanza gli attuatori pneumatici si dividono in due categorie: i cilindri ed i motori. I cilindri eseguono movimenti alternativi e di ampiezza limitata, mentre i motori realizzano rotazioni continue e sono usati come utensili avvitatori o trapani. Il cilindro pneumatico è di solito l’elemento di lavoro dell’impianto pneumatico e ha il compito di realizzare spostamenti lineari, suddivisi in corse di spinta e di tiro e trasforma l’energia di pressione dell’aria in lavoro meccanico (forza di spostamento e di schiacciamento).

Tutti gli altri componenti pneumatici per l’automazione industriale

Gli altri componenti rilevanti sono: le valvole proporzionali a comando pneumatico, i distributori a comando pneumatico, le elettrovalvole e i distributori, le isole di distribuzione pneumatiche, i distributori con larghezza a comando meccanico o manuale, i componenti per il trattamento dell’aria, gli accessori pneumatici, l’automazione pneumatica ed i componenti pneumatici per atmosfere esplosive.

Pubblicato
Etichettato come Motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.