Siete curiosi di scoprire come l’insegnamento della storia all’interno della scuola, possa tornare utile ai giovani di oggi, per la costruzione del loro futuro? Allora siete nel posto che fa la vostro caso! Qui di seguito, infatti, potrete trovare delle valide motivazioni per cui l’insegnamento della storia sia davvero fondamentale per l’educazione e la formazione dei più giovani. 

Studiare storia

Capita molto frequentemente, di sentire i ragazzi lamentarsi quando devono studiare storia, perché la trovano noiosa, pensate, difficile da memorizzare e soprattutto la considerano “acqua passata”. Questo accade perché i giovani non sentono la storia vicina a loro, la vedono semplicemente come una semplice materia di studio che viene loro imposta dalla scuola e che non ha una vera utilità. E’ di fondamentale importanza, invece, che i ragazzi di oggi capiscano che la storia è molto più di questo.

Perché è importante

L’insegnamento della storia, è il metodo attraverso cui i giovani di oggi possono comprendere a fondo come il proprio paese ed altri paesi siano giunti alla situazione in cui oggi si trovano, ripercorrendo i momenti cruciali e più importanti che ognuno di questi ha trascorso in passato. Conoscere questi eventi, significa per un ragazzo giovane, iniziare a giudicare lui stesso quali possono essere stati positivi e quali invece siano stati in qualche modo la rovina per alcune persone. Questa cosa può sembrare banale ma non lo è affatto. Sappiamo bene  infatti che l’uomo impara principalmente dai propri errori e proprio per questo, conoscere gli errori che qualcun altro ha compiuto in passato, può impedire ai giovani di oggi di compiere gli stessi errori in futuro. La storia ha inoltre la grande capacità di far nascere e di far sviluppare notevolmente il pensiero critico nei giovani, i quali purtroppo nella maggior parte dei casi non sono abituati a fare vere e proprie riflessioni personali su aventi passati. Il pensiero critico però è fondamentale per lo sviluppo di una persona e per la costruzione di una propria identità, che non sia fortemente influenzata se non addirittura plasmata dal pensiero di altri. E’ proprio attraverso il pensiero critico sulla storia, che i giovani possono anche iniziare ad orientarsi a livello politico, verso degli ideali che per ogni giovane saranno diversi e che devono rispecchiare il pensiero personale di ognuno di loro. La politica infatti è ad oggi un mondo molto distante dalla maggior parte dei giovani, che non riescono ad avvicinarsi ad essa perché non hanno gli strumenti per farlo. La storia deve quindi diventare il principale strumento dei giovani, per vedere la società odierna in maniera critica, per riflettere sul passato e sul presente e per iniziare a progettare un futuro, che per ognuno sarà diverso, in base ai propri ideali e al proprio pensiero personale.

Di Maricla

Lascia un commento