Macchie di umidità e infiltrazioni d’acqua: le soluzioni per l’edilizia

L’umidità, sotto diverse forme, e le infiltrazioni d’acqua sono due dei problemi più comuni delle nostre case, dei garage o delle nostre cantine. Intervenire per eliminare questi problemi non sempre è facile e a volte sono necessarie operazioni complesse e professionali. La prima operazione da fare è quella di identificare la tipologia di umidità o infiltrazione che abbiamo di fronte e agire tempestivamente per estirpare il problema alla radice. Vediamo di seguito i diversi tipi di problematiche ed alcuni consigli su come risolverle.

Condensa: cos’è e come combatterla

La condensa è uno dei fenomeni più comuni e fastidiosi. Essa è dovuta principalmente allo scontro tra l’aria calda, proveniente da cucine, termosifoni o altre fonti di calore, con l’aria fredda di muri, finestre o porte della nostra casa, che induce il cambiamento di stato dell’acqua da vapore (gassoso) a liquido. In questo caso, uno scarso isolamento termico, una scarsa aerazione o l’utilizzo di prodotti non traspiranti sulle pareti potrebbero essere la causa scatenante. Aerare gli ambienti, mantenere una temperatura costante o sistemi di ventilazione interni possono essere i rimedi fai da te più immediati e meno invasivi. Al persistere del problema diventa necessario un intervento professionale per la creazione di un cappotto termico che isoli le nostre pareti ed elimini il problema alla radice.

Infiltrazioni: cause e rimedi

L’umidità che scaturisce dalle infiltrazioni d’acqua può avere diversi fattori scatenanti. Se le infiltrazioni interessano il solaio o le pareti della nostra abitazione potrebbe trattarsi di infiltrazioni nel tetto, della rottura di una tubatura oppure di una scarsa protezione delle pareti esposte all’acqua, mentre in locali seminterrati come cantine, garage o locali sotto il livello del terreno il problema potrebbe essere dovuto ad uno scarso isolamento della struttura delle nostre costruzioni. Se da un lato riparare la tubatura o il tetto danneggiato potrebbe risolvere i nostri problemi dall’altro potrebbe essere necessario ricorrere a professionisti in grado di intervenire con tecniche specialistiche e moderne per isolare pareti e solai dal terreno o dall’esposizione a fonti idriche. Una barriera impermeabile controterra o l’utilizzo di resine idroreattive da iniettare nei muri sono le soluzioni che i professionisti utilizzano per eliminare il problema e garantire a lungo termine l’isolamento delle strutture.

Umidità da risalita: il problema più complesso

L’umidità da risalita è uno dei problemi più seri che possono affliggere le nostre abitazioni. Il problema si presenta quando l’acqua presente nel terreno, sfruttando la permeabilità dei materiali ed alcuni fenomeni fisici, si infiltra nelle nostre pareti risalendo dal pavimento fino a oltre due metri di altezza. In passato per risolvere questo problema sono state utilizzate tecniche di isolamento del pavimento, che però non risolvono il problema delle pareti, o tecniche invasive atte a spezzare la continuità delle pareti inserendo materiali isolanti. Quest’ultima pratica oggigiorno è vietata dalle norme antisismiche perché danneggia e compromette la stabilità dell’edificio. Il fai da te per l’umidità da risalita è sconsigliato e decisamente inutile a risolvere il problema, tutt’altro i ritrovati tecnologici moderni e una coscienziosa tecnica edile affermatasi nell’ultimo decennio ha permesso di sviluppare soluzioni risolutive e permanenti. La barriera chimica, tecnica consolidata da decenni e ritornata d’attualità negli ultimi anni, consiste nell’isolamento delle pareti mediante iniezioni di materiale chimico isolante atto a garantire l’impermeabilità delle pareti. È un’ottima soluzione a lungo termine e garantisce un risultato soddisfacente, tuttavia è pensata per pareti in pietra o mattoni dove garantisce i risultati migliori. In soccorso dell’edilizia però, negli ultimi anni, si è sviluppata la tecnica dell’elettrosmosi attiva o invertitore di polarità che, grazie al supporto di elettrodi che invertono il flusso o neutralizzano la carica presente nelle molecole dell’acqua, annullano quei fenomeni fisici di cui parlavamo pocanzi isolando le pareti dall’acqua presente nel terreno. Questa soluzione è permanente e necessita un intervento qualificato e professionale.

L’umidità è certo un fenomeno comune ed anche necessario per la nostra salute, è doveroso ricordare però che la forte presenza di umidità oltre le soglie consigliate diventa un problema concreto. Oltretutto, ricordiamo che le infiltrazioni a lungo termine possono compromettere la stabilità strutturale della tua casa, per cui è importante non ignorare il problema e correre ai ripari in modo tempestivo, anche per contenere i costi.

Pubblicato
Etichettato come Casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.