Pasta di zucchero: come preparala a casa

La pasta di zucchero, chiamata anche fondant, è una pasta modellabile utilizzata in pasticceria per personalizzare torte, dolcetti e biscotti. La preparazione si ottiene unendo insieme il glucosio, l’acqua, la colla di pesce e lo zucchero a velo. Nella versione originale la pasta si presenta in colore neutro bianco, adattabile a tutte le diverse sfumature grazie alla disponibilità dei coloranti alimentari.

Tuttavia, la pasta di zucchero, presenta non poche insidie per la sua realizzazione domestica. Capita spesso di non riuscire ad ottenere la giusta consistenza per la sua lavorazione al mattarello, strappandosi durante la lavorazione a causa della presenza eccessiva di crepe. Grazie a questo articolo i segreti alla base della pasta di zucchero non rappresenteranno più un problema! Prosegui la lettura per scoprire il dosaggio degli ingredienti e la procedura corretta.

Ingredienti base

Per preparare la pasta di zucchero occorrono: 50 grammi di glucosio, 5 grammi di gelatina in foglie, 500 grammi di zucchero a velo, 30 grammi di acqua, coloranti alimentari a piacere, 10 grammi di glicerina.

Passaggi guidati per la realizzazione della pasta di zucchero

Per prima cosa, per preparare la pasta di zucchero a livello casalingo, occorre riporre in ammollo la gelatina (colla di pesce) in foglie all’interno di acqua fredda. All’interno di un pentolino si dovranno unire l’acqua e il glucosio, evitando di portare il composto a bollore. A questo punto la gelatina in foglie deve essere strizzata dall’acqua in eccesso e unita allo sciroppo ottenuto con il glucosio.

In una ciotola si può setacciare lo zucchero a velo, unendo lo sciroppo di glucosio e la glicerina. Il composto deve essere lavorato a mano fino all’ottenimento di un impasto liscio e omogeneo. Lo zucchero a velo deve essere assorbito completamente dalla preparazione. L’impasto deve quindi essere trasferito su di una spianatoia con zucchero a velo e lavorato nuovamente.

Il colorante alimentare per la pasta di zucchero può essere aggiunto sotto forma di gel, oppure polvere, lavorando l’impasto come un panetto comune. La pasta di zucchero dovrà essere avvolta nella pellicola trasparente in caso di utilizzo successivo, altrimenti stesa con il mattarello e adagiata sulla superficie del dolce o dei biscotti.

La pasta di zucchero può essere conservata per un massimo di 2/3 giorni avvolta nella pellicola e chiusa all’interno di una scatola di latta. In alternativa alla glicerina può essere utilizzato anche il miele in quanto, la sua reperibilità commerciale, non si dimostra sempre disponibile in tutti i supermercati presenti sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.