volatile

La starna conosciuta anche con il nome di Pernice grigia o Perdix perdix è un uccello che appartiene alla famiglia dei Phasianidae. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di questo animale, dove trovarlo e se si tratta di una specie in via di estinzione.

Descrizione

Il Perdix perdix è un uccello di piccole dimensioni, con una lunghezza di 30cm, un’apertura alare di circa 45-48 cm e un corpo paffuto con una piccola coda e delle corte ali arrotondate. Il peso medio è superiore ai 400 gr, con leggere differenze tra i maschi e le femmine, in base alla fase del ciclo annuale.

Il maschio presenta una macchia bruno scura sul petto a forma di ferro di cavallo, tipica anche della specie femminile, anche se queste presentano una macchia più chiara e solitamente incompleta. Per stabilire il sesso con certezza è necessario osservare la colorazione e la striatura delle penne scapolari.

Le piume sono di colore grigio azzurro e castano rosso, dove nelle specie più giovani risultano essere più chiare degli adulti. I pulcini, invece, possiedono una colorazione fulva con punteggiature e striature nere.

Habitat: dove vive il Perdix perdix?

La starna è una specie volatile che frequenta habitat diversi, che possono comprendere colline e pianure. Si tratta di un uccello che solitamente frequenta distese coltivate, zone agricole utilizzate tradizionalmente, vegetazione erbacea incolta e ricca di cespugli.

Generalmente, questo uccello si trova in zone con un’altitudine compresa tra i 600 e gli 800 metri, ma può spostarsi anche a bassa quota quando arrivano i primi freddi. In Italia, questa specie è particolarmente diffusa nelle zone collinari, mentre negli altri Paesi popola pianure coltivate dove necessita di zone a macchia, cespugli e boschi in cui ripararsi da eventuali pericoli.

Gli ambienti frequentati dalla specie sono tutti accomunati dalla presenza di cereali, pochi alberi e un’altitudine massima di 600 metri. Questo uccello, è originario di steppe fredde, come quelle dell’Italia centrale e dei Balcani. Diversi studi condotti sulla specie del centro-Europa sembra abbiano dimostrato che una temperatura media superiore a 22 °C durante il periodo estivo, possa fare aumentare la mortalità dei pulcini fino all’80%. Le maggiori concentrazioni di starna si trovano nel nord e lungo l’Appennino centro settentrionale.

Il Perdix perdix è una specie politipica. La sua distribuzione è soprattutto euroasiatica, anche se nei primi del Novecento sembra essere stata introdotta in Canada e negli Stati Uniti settentrionali per scopi venatori. Nella zona eurasiatica si riconoscono tre specie del genere Perdix ciascuna tipica di una particolare area geografica: Mongolia e Russia, Nepal, Cina e India ed Europa, dov’è è presente la Perdix perdix. All’interno di questa specie sono generalmente riconosciute 7 sottospecie anch’esse tipiche di specifiche aree geografiche.

E’ un animale a rischio?

Diversi censimenti sono stati condotti per capire se il Perdix perdix fosse una specie in via di estinzione. La maggior parte delle sottopopolazioni sono mantenute in vita per via dei continui ripopolamenti per scopi cinofili. Purtroppo, però, in Italia la starna sembra essere in uno stato di decremento continuo che va avanti da circa mezzo secolo.

I motivi di questo declino della specie sembrano essere riconducibili:

  • all’aumento della superficie agricola coltivata a monocoltura intensiva nelle aree pianeggianti;
  • all’abbandono dei terreni agricoli collinari e montani.

 

Di Chiara