armi

Il porto d’armi a uso sportivo è diverso da quello previsto per ottenere armi da difesa. Si tratta infatti di un permesso che autorizza ad avere armi per il tiro a segno che possono essere corte o lunghe.

Le caratteristiche della licenza per uso sportivo

La definizione sarebbe, in realtà, “licenza di fucile adatto per il tiro al volo”. In effetti la specialità del piattello è una caratteristiche del tiro sportivo, ma si estende poi a vari tipi di armi da sparo, sportive e da caccia.

L’unica differenza rispetto alle armi da difesa, è che quelle sportive si usano solo nei campi da tiro per esercitarsi o tiri a segno per la gare, anche nazionali. Ovviamente, le armi sportive si possono conservare in casa come le altre.

Come si richiede il porto d’armi sportivo

I documenti di base da presentare in questura non sono molti: fotocopia di un documento d’identità non scaduto, 2 foto tessera, 2 marche da bollo da 16 euro da mettere sulla licenza, dichiarazione sostitutiva con residenza e stato di famiglia. Occorre inoltre una certificazione medica d’idoneità all’uso di armi che l’Asl territoriale rilascia a questo scopo. Ricordiamo che è vietato concedere un porto d’armi a chi usa droghe e alcool.

Inoltre, è necessario superare un esame che attesta la capacità di maneggiare armi, di conseguenza servono esercitazioni al poligono di tiro, a meno che il richiedente abbia fatto servizio militare da meno di 10 anni.

L’esame è teorico e pratico. Nel primo caso, bisogna sapere le regole di sicurezza che vanno rispettate per maneggiare armi, come si compone il fucile o la pistola e anche saper smontare e rimontare l’arma da fuoco.

La parte pratica valuta la capacità di sparare con sicurezza e mira adeguate. Superate tutte le prove e i passaggi burocratici finali, la licenza si ottiene nel giro di 2 mesi e ha una validità di 5 anni. Il rinnovo richiede il rifacimento dei documenti.

Costi da sostenere

Il costo generale non è bassissimo e si orienta su circa 350 euro. Il solo certificato di idoneità medica ne costa 60, a cui aggiungere marca da bollo per altri 16. Iscrizione al tiro a segno  e rilascio diploma costano circa 220 euro. Altri 32 euro infine per le marche da applicare sul modulo richiesta, per l’ufficio di polizia.

Ulteriori dettagli sul porto d’armi sportivo

Al poligono si accettano pistole, fucili, armi da cecchino e persino quelle storiche. Quelle corte hanno caricatori fino a 20 colpi e le lunghe da 10. Ricordiamo che il porto d’armi sportivo permette di detenere un massino di 3 armi corte e altrettante lunghe che devono essere custodite in sicurezza per non provocare incidenti in casa, specie con i bambini.

Non è obbligatorio tenere le armi da tiro in una cassaforte o armadio blindato e neppure smontate, ma averle sotto chiave è necessario, a meno che un persona single non abiti in casa con porta blindata o finestre protette. In questo caso, si può tenere anche sul comodino. Tuttavia, non essendo arma per difesa, è vietato usarla fuori dai poligoni per non incorrere in sanzioni e ritiro della licenza.

Di Danila