Quali sono gli strumenti da utilizzare per fare découpage?

Con il termine découpage si indica l’arte di decorare degli oggetti con dei ritagli di carta, incollati e verniciati. Nato in Europa tra il XVII e il XVIII secolo, oggi è diventato un vero e proprio hobby, e per iniziare è bene sapere quali sono gli strumenti da usare.

Gli strumenti per decorare

Tra le prime cose che occorrono per fare découpage, ci sono i pennelli. Uno tondo e dalle setole dure può essere utile per stendere la colla, mentre per i colori e le vernici è meglio usare quelli piatti e dalle setole morbide.

Anche le spugne, vanno scelto di diverse gradezze e grana, per creare i vari effetti. Possono essere naturali o sintetiche, piatte o dalle forme irregolari, etc. Il rullo, di gommapiuma, è necessario per eliminare segni di pennellate, quando si dipinge un oggetto, e la sua gomma dura deve appiattire le immagini incollate, eliminando così le bolle d’aria.

Le spugne abrasive carta vetrata si usano per carteggiare i ritagli, ed è bene sceglierle in diverse gradazioni, da 280-300 a 2000 in lana d’acciaio, o da 000 a 0000 per lucidare.

Non possono certo mancare le forbici, di qualunque tipo, e la colla vinilica, una delle più efficaci, che può essere diluita con dell’acqua (cinque parti di colla e una di acqua). Per provare le diversi composizioni, si può anche provare una colla riposizionabile, che non incolla in maniera definitiva, disponibile in un formato spray o in gommini.

Colori, vernici e carte

Passando agli strumenti per le decorazioni vere e proprie, si può cominciare scegliendo i colori e le vernici giuste. Preferibilmente, è meglio sceglierli di tipo acrilico a base di acqua, acquistabili in un qualunque colorifici, nelle più diverse tonalità. Per quanto riguarda i colori, se si devono decorare degli oggetti di legno, è bene usare dei mordenti, soprattutto se si vogliono lasciare delle venature.

Tra le vernici, si possono scegliere anche quelle sintetiche, ovvero le flatting a solvente, che creano degli ottimi spessori, ma si possono ingiallire con il tempo. Si può optare anche per quella cristallina, che crea una patina lucida e trasparente, ma richiede del tempo per asciugarsi.

Ci sono anche delle vernici e dei colori acrilici in bombolette spray, ma bisogna tenerle a trenta centimetri dall’oggetto.

La carta, invece, può essere di qualsiasi tipo: da quella da regalo alle cartoline, alle fotografie, ai disegni, alle fotocopie. Nella stessa maniera, si possono incollare su un oggetto anche dei fiori e delle foglie secche.

Come iniziare

Dopo essersi procurati tutti gli strumenti, si può iniziare a lavorare, partendo dal preparare la superficie da decorare sull’oggetto, ovvero lavarlo, levigarlo e spolverarlo, se occorre, per poi applicarvi la vernice di sfondo. Se si trova del colore in eccesso (soprattutto se si usano i colori spray) è bene “spugnare” la superficie.

Una volta che la vernice sarà asciutta, si incolla il disegno che si vuole applicare, passando la colla anche sopra, dopo aver steso l’immagine.

Questo e l’ABC, ma ci sono diverse tecniche da utilizzare per decorare un oggetto, soprattutto se si vuole creare qualche effetto particolare, come quello dorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.