ortaggi

Crude o cotte, mangiate come spuntino, utilizzate come ingrediente per insaporire insalate, le carote sono tra gli ortaggi più utilizzati in cucina e presenti tra le verdure di stagione a settembre. Il fatto che siano apprezzate da grandi e bambini, è un bene per via delle numerose proprietà che possiedono.

In molti si chiedono se le carote possano fare ingrassare e se siano adatte per essere consumate all’interno di regimi alimentari dietetici. Se da una parte le carote sembrano essere indicate come ortaggi ideali per essere consumati anche da chi segue regimi alimentari finalizzati al dimagrimento, dall’altro lato può essere utile anche per coloro che seguono regimi alimentari detox. Scopriamo insieme quante calorie possiedono le carote e come consumarle.

Quali sono le calorie di una carota?

Le carote possiedono un contenuto calorico molto basso, che equivale a circa 35 kcal per 100 g, quindi, bisognerebbe mangiarne 1 kg per raggiungere le stesse calorie di 100g di pasta.

Esistono molti ortaggi come il finocchio e il cetriolo che contengono ancora meno calorie della carota. Proprio su questo fattore, fanno leva molti sostenitori dell’idea che la carota non sia adatta per regimi ipocalorici.

Il nostro consiglio è quello di parlare con un nutrizionista, insieme al quale capire che tipo di approccio alimentare seguire e se è possibile inserire all’interno del proprio piano alimentare anche il consumo delle carote.

L’aspetto importante affinché un’alimentazione sia sana e bilanciata è quello di introdurre alimenti come frutta e verdure a basso apporto calorico, e per fare ciò è necessario rivolgersi a un esperto.

Proprietà e possibili effetti benefici

Le carote sono un ortaggio ricco di proprietà che sembrano essere in grado di apportare possibili effetti benefici sul nostro organismo. In particolare:

  • possono aiutare a favorire la funzionalità dell’apparato digerente;
  • possono aiutare a regolare e sostenere il transito intestinale, per via del contenuto di fibre alimentati non digeribili;
  • possono aiutare a ridurre l’assorbimento intestinale del colesterolo, grazie alla presenza della pectina;
  • grazie alla presenza del beta-carotene, possono aiutare a contrastare l’azione svolta dai radicali liberi e l’invecchiamento cellulare;
  • possono aiutare a proteggere gli occhi e la loro funzionalità, grazie alla vitamina A preziosa alleata anche della pelle;
  • possono aiutare a potenziare le difese immunitarie, grazie alla presenza della vitamina C.

Quante carote consumare?

Secondo alcuni nutrizionisti, le carote sono un ottimo alimento da consumare all’intero di regimi alimentari ipocalorici, in quanto come abbiamo visto, non sembrano avere un elevato apporto calorico sul nostro organismo. Certamente però, è buona abitudine non eccedere con il consumo per via della quantità di zuccheri contenuti al loro interno.

Pertanto, se possono essere consumate all’interno di un regime dietetico, devono essere consumate con parsimonia da coloro che soffrono di glicemia. E’ necessario che la carota venga comunque consumata in quantità corretta e alternata regolarmente con altre verdure per scansare di incorrere in un consumo eccessivo.

La varietà per frutta e verdura, sembra essere una tra le migliori regole da seguire per potersi alimentare in modo sano, soprattutto quando si segue un piano alimentare ipocalorico, a cui associare della regolare attività fisica e uno stile di vita equilibrato.

Di Chiara