Sangue nelle feci del gattino: sintomi, cause e cosa fare

cat

La salute dei nostri amici animali, parte da una forte attenzione da parte nostra. Spesso si va nel panico, quando poi si notano starnuti, strani movimenti nervosi oppure sangue nelle feci. Concentriamoci sui gatti che sono quelli che soffrono di questo problema poiché contraggono diverse patologie intestinali. La loro alimentazione, che comprende mangimi a base di pesce, porta ad avere una digestione “particolare”.

Nei cuccioli, quando si passa allo svezzamento del gattino, ci noterà sicuramente del sangue nelle feci. Le cause sono diverse e quindi ecco che si scatena la preoccupazione. I nostri amici animali sono componenti della famiglia. Alcuni di noi li amano come un figlio, altri come un fratello, quindi la loro salute è importante.

Ci deve essere la giusta preoccupazione, perché il sangue nelle feci del gattino nasce per diverse problematiche. Nell’80% dei casi tali problematiche si risolvono in qualche giorno, ma occorre focalizzare il disturbo.

Cosa notare nel cucciolo

Concentriamoci sui cuccioli. I micini, come tutti i “bambini”, sono in fase di crescita. Il metabolismo, come la digestione, funziona e non funziona. Un problema comune che comunque sviluppa delle conseguenze che sono curabili in modo semplice. Il sangue nelle feci del gattino può nascere da patologie non serie, ma da controllare.

Questi disturbi possono essere:

  • Parassiti intestinali
  • Ferite rettali
  • Diarrea
  • Cambio dell’alimentazione
  • Ingerire o mangiare sangue da prede o da carne
  • Eccessivo uso di farmaci lassativi o sverminatura

Le ferite rettali sono cause comuni di sangue nelle feci del gattino. Infatti, in un cambio di alimentazione improvviso, dal latte a alimenti solidi, porta a graffiare l’intestino, retto e l’anno. La conseguenza è quella di trovare queste “tracce”. Quindi meglio iniziare lo svezzamento in modo graduale, con cibi liquidi e solidi, ma “ammorbiditi”.

Un’influenza di stomaco o una diarrea eccessiva, continuata nei giorni, porta ad un’irritazione dello stomaco. L’irritazione se non viene poi aiutata con un farmaco rilassante, crea delle ferite che sanguinano e che si riflettono nelle feci.

Le cause del sangue a causa della “sveminatura”

I parassiti intestinali sono sempre presenti negli animali domestici, sia nei cani che ne gatti. Essi non hanno un sistema immunitario forte. Le “larvette” dei vermi intestinali si possono prendere dalla saliva della mamma, durante le pulizie ad esempio. Si sviluppano quando i gattini si auto puliscono. Magari si prendono anche da altri animali, giocando, quindi scambiandosi la saliva. Ci sono migliaia di modi per questi parassiti.

I vermi intestinali si nutrono del cibo che il gattino mangia, sostano nello stomaco e portano molte conseguenze. Il primo sintomo da “infezione” di vermi intestinali, è il sangue nelle feci del gattino. In questo caso basta semplicemente effettuare la sverminatura.

Un medicinale che si compra in qualsiasi farmacia, a basso costo. Attenti che si devono rispettare le dosi consigliate, altrimenti si crea l’effetto lassativo. Se avete eseguito tale “cura”, ma il sangue nelle feci del gattino continua. Allora c’è un sovradosaggio. Basta aspettare qualche settimana e il disturbo si elimina da solo.

Campanello di allarme, procediamo con calma

Tutti questi sintomi sono dei campanelli di allarme che si devono controllare. Facendo una buona attenzione quando i gatti sono gattini, si offre un aiuto per lo sviluppo della loro salute futuro. Una “nota” da ricordare e che se avete eseguito delle cure mirate, ma il problema non si elimina, rivolgetevi al veterinario.

Pubblicato
Etichettato come Animali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.