Altair è considerata una stella di prima grandezza, distante circa 17 anni luce dal nostro pianeta terrestre. Altair, la stella più luminosa dell’intera costellazione, presenta caratteristiche interessanti che andiamo ad approfondire nel corso dei paragrafi successivi.

Caratteristiche di Altair

La stella più luminosa della costellazione dell’Aquila, nonché prima per grandezza, Altair dista 17 anni luce dal pianeta Terra ed è caratterizzata da una magnitudine 0,77. In corrispondenza del cielo notturno Altair viene considerata la dodicesima stella più brillante, da sempre studiata in campo astronomico.

Altair fa parte di uno dei vertici del Triangolo Estivo, tra le stelle più vicine al nostro pianeta. Grazie alla sua vicinanza all’equatore celeste Altair è osservabile in cielo da qualsiasi regione italiana. Nello specifico la stella si rende osservabile in direzione nord-orientale della costellazione dell’Aquila, nelle vicinanze della Via Lattea.

La sua magnitudine la colloca insieme ad altre due stelle, ossia Alshain e Tarazed, mentre insieme a Vega e a Deneb forma il cosiddetto vertice del Triangolo Estivo. Altair presenta un elevato moto proprio, ed è in grado di percorrere un grado d’arco a decadenza di ogni 5 mila anni.

L’ambiente galattico di Altair

Il grado di brillantezza della stella Altair si deve alla sua vicinanza con il pianeta Terra, condividendo lo stesso ambiente galattico del Sole. Altair viene classificata come stella di classe A7 V, una stella bianca a sequenza principale a temperatura media di 7.550 K. 

Nel giro di alcuni milioni di anni è prevista una evoluzione della stella Altair in una gigante. Risulta invece difficile calcolare con esattezza la massa di Altair, mentre precedenti studi hanno classificato la stella Altair come una stella subgigante, in tutta probabilità singola senza compagne rilevate fino a questo momento.

Tra gli studi più decisivi compiuti su Altair si trova la sua velocità di rotazione, la quale produce uno schiacciamento verso i poli. Il diametro della stella Altair è stato oggetto di diverse ricerche da parte dell’astronomo britannico R. Hanbury Brown e dei suoi collaboratori.

La stella Altair presenta distanze differenti a seconda dei diversi punti di osservazione e viene classificata come un sferoide oblato, integrando una corona stellare. Tra circa 140.000 anni Altair assumerà una brillantezza superiore in grado di collocarsi in terza posizione tra tutte le stelle presenti nella costellazione attuale.

L’origine della denominazione di Altair risale all’epoca del Medioevo e significa letteralmente ‘Aquila volante’. In campo astrologico Altair è sinonimo di coraggio, fiducia, ambizione, spargimenti di sangue ed effimere ricchezze.

Di

Lascia un commento