Tramite un sistema di videosorveglianza con le telecamere si può effettuare la vigilanza a distanza di un bene oppure di un luogo, al giorno d’oggi questa pratica si è diffusa anche in ambito domestico grazie al costo molto basso delle telecamere, solitamente modelli IP che si possono collegare a Internet dando la possibilità di controllare la propria abitazione direttamente dallo smartphone. Quali caratteristiche e quali funzionalità deve possedere una telecamera per poter fornire delle immagini limpide e chiare? Dove installarla? Quale tipologia scegliere? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Quale tipologia di telecamera scegliere e dove installarla

Prima di procedere all’acquisto di una telecamera di sorveglianza bisogna innanzitutto valutare il tipo di utilizzo che se intende fare e dove si ha intenzione di installarla, in questo modo si potrà scegliere la tipologia che più si adatta alle nostre esigenze.

Generalmente le telecamere di sorveglianza si dividono in due categorie, quelle utilizzabili dentro le abitazioni e quelle adatte a funzionare all’esterno, le differenze tra queste due tipologie sono sostanziali infatti una telecamera ad uso esterno dovrà essere in grado di resistere al peso della neve, alla grandine e alla pioggia oltre ad essere in grado di funzionare a temperature sia oltre lo zero che sopra i 40° gradi.

Mentre una telecamera per uso interno non necessariamente deve possedere queste indispensabili caratteristiche, in quanto essendo protette dalle mura della casa non hanno bisogno ne di essere impermeabili e tanto meno resistere alle rigide temperature.

Per l’installazione le telecamere da esterno sono dotate dell’apposito fissaggio a muro dotato di una staffa provvista di viti e tasselli, inoltre non è possibile l’installazione su nessun altra superficie, mentre le telecamere da interno non sono necessariamente dotate dei supporti per il fissaggio in quanto possono essere installate semplicemente appoggiandole su una superficie piana.

Le caratteristiche

Al giorno d’oggi quasi tutte le telecamere di sorveglianza dispongono di un collegamento tramite Wifi, che tramite un portale web o applicazioni per smartphone sfrutta la linea Internet per tenere sotto controllo l’abitazione in qualsiasi momento, oltre ovviamente a disporre del funzionamento di allarme in caso di intrusione che varia in base al modello scelto.

Infatti in base alle funzionalità della telecamera l’allarme può essere trasmesso tramite email dove vengono inseriti ora, data e tre fotogrammi del rilevamento, oppure tramite notifica push sul telefono che è molto simile all’avviso che viene inviata tramite l’email.

Un altro fattore da tenere in considerazione per l’acquisto di una telecamera di sorveglianza è il suo funzionamento che consente di valutare due diverse fattori, ovvero l’ampiezza della superficie controllabile e l’ampiezza e quantità dei movimenti che la telecamera riesce a registrare.

Infine bisogna valutare anche la qualità di ripresa della telecamera prestando attenzione alla risoluzione che varia dalla fascia alta, medio alta o bassa, se la telecamera possiede il Led ad infrarossi in modo da registrare anche al buio, l’angolo di visuale che da l’ampiezza totale del campo visivo che copre la telecamera e la luminosità in modo la qualità delle immagini sia sempre chiara.

Di

Lascia un commento