Partire per la luna di miele è certamente una delle esperienze più significanti della propria vita. Un evento che va a suggellare un’unione tra due persone, dopo aver enunciato il fatidico sì davanti agli affetti più cari.

Sono svariate le località in cui poter approdare. Restando tra i confini nazionali possono tranquillamente affermare che Italia è ricca di attrattive, con l’imbarazzo della scelta da parte degli sposini su dove poter andare. Senza contare anche gli altri paesi del vecchio continente, dalle grandi città d’arte, fino alle zone di montagna e di mare. Tuttavia, trattandosi di un itinerario unico e irripetibile, è più indicato virare su mete lontane, difficilmente ripercorribili negli anni a venire. Territori esotici ricchi di fascino e bellezza, capaci di rendere più entusiasmante il primo viaggio trascorso insieme nelle vesti di sposi.

Uno dei luoghi più incantevoli, fortemente apprezzati dai turisti di tutto il mondo, è il Madagascar.

Un’esperienza indimenticabile

Il Madagascar è un arcipelago (l’isola principale omonima più ad altre 6, di cui 2 non abitate) posto sul versante orientale dal continente africano, bagnato dalle limpide acque dell’Oceano Indiano. Negli ultimi tempi ha assistito ad un netto incremento del numero di turisti, provenienti da tutto il globo, attirati dalle bellezze di un paesaggio unico e mozzafiato. Un territorio contraddistinto da una flora e una fauna caratteristici di questa Nazione, come i simpatici lemuri e i possenti baobab. Merito di una biodiversità difficilmente riscontrabile in altri posti.

Aspetto singolare le è dato inoltre dall’epiteto “Terra rossa”, essendo il terreno prevalentemente di colore rosso, data la presenza del ferro.

Partenze dall’Italia con Travelers of Madagascar

Organizzare un volo intercontinentale può sembrare alquanto complicato, soprattutto per chi non è mai partito per una destinazione lontana migliaia di km da casa. A maggior ragione se la meta scelta si trova in un altro continente. Per evitare di incorrere in errori è opportuno affidarsi a dei professionisti in grado di programmare al meglio ogni aspetto, dal volo al soggiorno, alla pianificazione di visite guidate, crociere ecc.

Per esempio, sul sito Viaggi Madagascar è possibile visionare proposte per viaggi di gruppo, di nozze, con destinazioni in precise zone dell’isola, come la parte settentrionale, al sud, o i numerosi parchi naturali dislocati in tutto il territorio, come il Parco Nazionale dell’Ankarana, in cui predominano le formazione rocciose di materiale calcareo Tsingy, e il Parco delle montane di Ambra, ricco di laghi vulcanici e spettacolari cascate.

Tra i servizi offerti vi sono:

  • Voli dall’Italia all’isola di Nosy Be, con uno scalo;
  • Voli interni, con partenza dalla capitale, Antananarivo.

Quando andare in Madagascar

Essendo posizionata nell’emisfero boreale, in prossimità del tropico del capricorno, l’isola africana, la quarta più estesa al mondo, presenta stagioni diametralmente opposte rispetto a quelle europee. Allo stesso tempo il clima tropicale rende miti tutti i 365 giorni, con alcune differenze, data l’estensione del territorio.

I primi mesi, quindi estate, sono caratterizzati da ingenti piogge. Nella parte orientale in questo periodo sono consueti i cicloni, nonché le piogge in qualunque momenti dell’anno.

Pertanto per chi desidera compiere un viaggio di Nozze in Madagascar il consiglio è quello di partire nei periodi autunnali e primaverili, con predilezione verso la zona a sud ovest (meno piogge rispetto al resto del paese) o l’estremo nord, dove il clima è meno torrido, più godibile e le acque miti per fare il bagno.

Di Marco

Lascia un commento